Carrello ( 0 )
Non hai nessun prodotto nel tuo carello
Totale: € 0

Lorenzo Villoresi



Dal 1981, data del suo primo viaggio in Medio Oriente, Lorenzo Villoresi inizia ad appassionarsi al mondo delle spezie e delle essenze che una volta tornato in Italia usa per realizzare originali pot-pourri e fragranze personalizzate. Allo stesso tempo inizia un percorso di studio sulla profumeria, sulle essenze, sui metodi di distillazione, costellato da prove ed esperimenti di estrazione con la realizzazione di tinture, infusioni ed altri preparati aromatici. In sintesi, negli anni ’80, parallelamente ai primi anni di una carriera accademica come ricercatore di Filosofia Antica, le essenze e il mondo della profumeria diventano la passione di Lorenzo Villoresi che riceve richieste sempre più frequenti per la realizzazione di profumi su misura.

L’attività imprenditoriale vera e propria inizia nel 1990 quando il management della Maison Fendi, interessato a creare una collezione di prodotti per la profumazione d’ambiente (pot-pourri, candele, essenze ecc.), commissiona le prime fragranze alla neonata ditta Lorenzo Villoresi Profumi.Dopo importanti collaborazioni con altri famosi nomi della moda, nel 1993 nasce la prima collezione di Eau de Toilette, Profumi e prodotti da bagno col marchio Lorenzo Villoresi. Le prime due fragranze si chiamano semplicemente Donna e Uomo e sono tuttora dei classici molto amati. Concentrando la sua attività sempre più sui prodotti a marchio proprio e sempre meno sulle private labels, Lorenzo Villoresi crea negli anni una serie di fragranze “monotematiche” che rappresentano la sua personale interpretazione di alcuni temi classici.

Nascono così aMusk, Sandalo, Patchouli, Incensi, Spezie, Vetiver, Wild Lavender tutte caratterizzate da formule assai complesse con ampio uso di sostanze naturali preziose. In anni più recenti prende vita la collezione di fragranze di fantasia, ispirate da vere e proprie “visioni olfattive”che evocano mondi, atmosfere o paesaggi esotici e sognanti quali Piper Nigrum (la via delle spezie), Teint de Neige (la femminilità sofisticata e rarefatta della Belle Epoque), Dilmun (un mitico paradiso Mesopotamico) Yerbamate (un’immensa prateria di erbe e fiori selvatici), Alamut nel 2006 (una sontuosa fragranza di tipo orientale), infine nel novembre 2010 Iperborea, un profumo freschissimo ispirato ad un leggendario popolo del grande nord.

Attualmente é allo studio una fragranza che evoca gli inconfondibili aromi della macchia mediterranea.

Nel 2006 Lorenzo Villoresi vince il prestigioso premio internazionale per profumieri “Prix Francois Coty” di Parigi, il più importante riconoscimento alla carriera artistica di un profumiere.Tra il 2005 e il 2006 iniziano a Firenze i lavori per il nuovo Centro del Profumo, nei locali dell’antico Palazzo di famiglia di via de’ Bardi, dove si terranno corsi, eventi e seminari sul tema del profumo. Il Centro ospiterà anche un giardino di aromi, un caffè, un negozio e una collezione di essenze insolite e particolari. La cifra stilistica che caratterizza le creazioni di Lorenzo Villoresi è data da formule molto strutturate, con una predilezione per le note intense, morbide e avvolgenti che attraversano tutta la piramide olfattiva.